Spese per la scuola: con le soluzioni digitali si evita il salasso

Finite le vacanze, concluse le spese per spiaggia, divertimenti, gite e gelati, la gran parte delle famiglie italiane torna a casa e deve fare i conti con un altro investimento: le dotazioni scolastiche dei ragazzi. Un grande impegno economico da affrontare, che coincide con l’inizio delle lezioni, fra rette e iscrizioni, libri di testo e quaderni, zaini e diari, ma anche penne, cancelleria varia e tutto il materiale (tanto) necessario per affrontare nel modo migliore l’anno sui banchi.

Dalla tecnologia vantaggi per non “svenarsi”

Fortunatamente, ci sono diverse soluzioni – quasi tutte frutto delle moderne tecnologie digitali – per evitare il salasso tutto di un colpo. Le famiglie italiane, invece di sborsare subito tra i 500 e i mille euro, possono affrontare i pagamenti con maggior tranquillità. Ad esempio con le nuove funzionalità delle carte di credito e l’easy payments: con questi strumenti, ricorda l’agenzia Adnkronos, è possibile scegliere quando pagare, in tutta sicurezza, i propri acquisti. Soprattutto è molto interessante l’opportunità di decidere, per gli acquisti superiori ai 250 euro, se pagare tutto l’importo subito oppure dilazionandolo in rate.

Sistemi digitali ad hoc per la scuola

Si tratta, questa, di una modalità che permette di concludere acquisti come quelli scolastici, pianificati da tempo, ma con molta più tranquillità, rateizzandoli. Inoltre è possibile perfezionare gli acquisti utilizzando pc, tablet, cellulare o lo smart watch, decidendo in autonomia e in sicurezza in quante rate saldare i propri acquisti (ovviamente anche in base al plafond della propria carta di credito). Con un’app, quindi, diventa facile e flessibile gestire il proprio budget familiare, nonostante gli incrementi delle spese scolastiche, e anche universitarie, degli ultimi anni.

Opportunità offerta da tutti i maggiori circuiti

Tutti i principali circuiti internazionali propongono oggi carte di credito con queste e altre funzionalità, comunque pensate per la gestione e l’organizzazione delle spese familiari. Comprese, ovviamente, tutte quelle riferite alla scuola o all’università.

Occhio a…

Anche se i vantaggi sono sicuramente molti, quando si scelgono queste soluzioni bisogna comunque fare attenzione a diversi fattori. Come, ad esempio, i tassi di interesse e le condizioni di vendita del finanziamento: per essere tranquilli, basta consultare i contratti messi a disposizione anche su app  dai principali circuiti di carte di credito. Tra le voci da verificare c’è anche quella relativa alle condizioni del passaggio dalla rata a saldo alla rata revolving. Con qualche accortezza, però, i pagamenti digitali consentono di organizzare al meglio le spese scolastiche e universitarie, senza gravare troppo sui budget familiari.